L’idea balzana dell’indipendenza attraverso l’ente regione

Condividi:

LB-logoSi è diffusa negli ultimi anni l’idea errata che si possa raggiungere l’indipendenza di una regione dello Stato italiano attraverso un referendum “regionale” o una autodeterminazione dell’ente regionale .

Questo articolo è necessario ai politici che propongo un tale referendum perché dimostra che è un percorso assolutamente impossibile.

Naturalmente si da per scontata una certa terminologia minima necessaria, e qualora il lettore non la capisse converrebbe che si soffermasse sul fatto che si vorrebbe attuare un progetto per il quale si rischia la guerra, il carcere, e pesanti danni economici personali, ma del discorso si ignorano perfino i termini essenziali.

Di cosa stiamo parlando per percorsi regionali all’indipendenza? Alcuni esempi.

Condividi:

Come uscire dalla crisi economica e dalla bancarotta – intervista ad Albamed

Condividi:

Con Giuseppe Turrisi dell’Accademia della Libertà ho avuto una conversazione via Skype nella quale presentato la mia proposta per salvara l’Italia dalla stretta debitoria-usuraria, e dalla imminente svendita del patrimonio pubblico dietro il pretesto del risanamento.
In realtà è tutto centrato sul salvare le comunità locali e i popoli pre-unitari.
Infatti al centro della mia proposta per uscire dalla crisi ci sono le banche regionali, una possibilità che la devolution voleva cancellare. Nell’intervista ne spiego a grandi linee le modalità attuative e degli scenari concreti di uscita dalla crisi.
Tuttavia quest’ultima idea di banca regionale l’avevo già presentata dagli schermi di Telenuovo e Antenna 3 Nord Est già nel 2010 e 2011, e sono ovviamente rimasto inascoltato. Infatti ripercorrendo alcuni fatti salienti della storia d’Italia nella mia prospettiva ne esce l’idea di una Italia voluta dai banchieri per impoverire i popoli originari, e ridurci proprio alla condizione in cui si trovano oggi, di indebitati servi di poteri bancari internazionali.
Nell’ultima parte un riferimento al referendum sull’acqua, ma forse su questo la Corte Costituzionale ha espresso qualche dubbio dandomi torto (speriamo).
httpv://www.youtube.com/watch?v=LUzxMFiEYiQ

Condividi:

La moralità delle persone si capisce dalle cose semplici

Condividi:

I presidenti della Repubblica Italiana vengono sistematicamente denunciati da alcuni cittadini, quelli che si prendono la briga di studiare la Costituzione e chiederne il rispetto.
Scalfaro, Ciampi e Napolitano sono stati tutti denunciati. Io personalmente ho denunciato Scalfaro, ma forse dovevo mandare la denuncia alla Corte Costituzionale oltre che al Parlamento, tanto più che il parlamento era illegalmente eletto.
Tuttavia la denuncia è del tutto inutile. Il sistema di governo italiano è ancora il sistema monarchico-fascista, ma è mascherato da repubblica. Nei fatti garantisce l’immunità totale al presidente, come fosse un re, perché tutti gli atti imputabili sono in realtà controfirmati dal Governo, con la conseguenza che non esiste un caso in cui il Presidente della Repubblica possa essere processato senza che ne venga coinvolto il governo e il parlamento stesso, ossia tutta la repubblica.

Continua a leggere

Condividi:

Purtroppo Moody’s questa volta ha ragione

Condividi:

Il declassamento di 2 scalini dei titoli di stato dell’Italia, gli ultimi 2 prima di essere a livello di “spazzatura” ha delle ragioni, vediamone alcune.

Il mercato italiano è al collasso, -12% dell’Industria per il 2012. Ossia verranno bruciati quest’anno gli scarsi “progressi” degli ultimi 10 anni in questo settore.Non parliamo di altri settori messi anche peggio. In Veneto, che da sola fa il 30% della produzione attiva d’Italia, l’unico settore a tenere è l’agricoltura, ma come noto essa impiega circa il 5% della popolazione.

Ci sono 500 mila persone in cassa integrazione in Italia che da settembre saranno senza lavoro e senza sussidio, detto altrimenti, fino ad ora hanno più o meno ricevuto sussidi in grado di non precipitarli nella miseria, ma le loro aziende nel frattempo hanno definitivamente chiuso, saranno presto nuovi disoccupati per le politiche fallimentari del governo.

Per essere minimamente credibile sul piano internazionale, lo Stato ha imposto una montagna di tasse in più rispetto ad 1 anno fa Continua a leggere

Condividi:

Anziani ingnari portati al comizio di Berlusconi

Condividi:

3 autobus di anziani sono stati portati, a loro insaputa, al comizio di Berlusconi di ieri. Almeno è quello che risulta da Repubblica TV, un giornale che usa la censura e la calunnia come arma di lotta politica. Contento del ritorno di Berlusconi anche del vicesegretario del Pd, Enrico Letta che al Corriere della Sera ha dichiarato di preferire Berlusconi a Grillo: evidentemente la torta non puo’ essere divisa per tre.
Il Regime è al tracollo. Questi signori senza TV sarebbero politicamente zero e ne vedremo delle belle nei prossimi mesi.
httpv://www.youtube.com/watch?v=8meOLD53K2Y&feature=player_embedded

Condividi:

lo Stato Lombardo-Veneto pronto alla causa internazionale per la restituzione dell’indipendenza

Condividi:


Pochi sanno che la Lombardia non ha mai legalmente votato per diventare italiana.

E’ vero che nel 1848, dopo che gli eserciti di Francia e Sardegna-Piemonte avevano vinto l’Austria e conquistato parte del Lombardo-Veneto, si fece uno “stato lombardo” e si organizzò un plebiscito fasullo per sancire l’annessione alla Sardegna-Piemonte. Tuttavia l’anno successivo si cancellò lo Stato Lombardo e si riconobbe che era tutto nullo: tornava il Lombardo-Veneto tutto intero.

Solo nel 1859 la Sardegna-Piemonte Continua a leggere

Condividi:

Gli speculatori all’assalto ci portano a scommettere sulla catastrofe economica: di chi le colpe?

Condividi:

Che cosa è “la speculazione” ?

Intanto cominciamo con il dire che non esiste la “grande speculazione ebrea”, essa è impossibile già per il solo fatto che gli ebrei sono una piccolissima popolazione del mondo, e per quanto potente non può controllare i destini del mondo intero. Infatti non sembrano avere grandi poteri sulla Cina e sull’India.

Certamente si resta un po’ basiti nel conoscere le origini ebree di moltissime alte cariche e potenti della terra, per esempio Sarkozy o Fini, e tanti altri.

< !- -more continua a leggere…- ->Ma se questo dimostra che gli ebrei tendenzialmente sanno organizzarsi molto bene per tutelare gli interessi della loro nazione transnazionale e transpartitica, questo non implica necessariamente che essi governino il mondo. Sono molti i NON ebrei nel gruppo Bildeberg, e molti sono gli ebrei contrari al progetto di governo mondiale perseguito dal Bildeberg (per una interessante analisi vedi questo articolo )

La “speculazione” è qualche cosa di molto più semplice: sono le aspettative degli investitori sul nostro futuro.

Se le condizioni sociali, politiche ed economiche, oltre che ambientali, ci fanno sperare in un futuro migliore, in una ripresa dell’economia, ciascuno di noi prende delle decisioni in linea con questa attesa. Lo stesso se ci aspettiamo la crisi.

Ad esempio oggi sono pochi coloro che pensano di sottoscrivere un mutuo di 40 anni per l’acquisto di una casa, perché si mette in conto perfino di perdere il lavoro, ci si aspetta una crisi sociale, e un mutuo simile ci fa rischiare il fallimento economico personale e familiare.

Fino a poco tempo invece fa erano molti a credere sulle prospettive di miglioramento, ed erano convinti che la ripresa era dietro l’angolo, stava sempre per riprendere, ce l’avremmo fatta …. il governo italiano e la casta raccontavano queste bugie, non solo per non perdere il posto alle elezioni, anche per guadagnarci loro stessi con manovre speculative occulte come il referendum truccato per la proprietà dell’acqua, con la quale il popolo ha firmato la vendit del suo patrimonio societario pubblico. Io al contrario, non avendo interessi, già dal 2007 invitavo a sottoscrivere mutui solo a tasso fisso se basso, perché il tasso BCE era molto basso e non poteva scendere granché, come è stato. Chi mi ha seguito oggi guadagna e lo farà per molti anni.

Infatti un mutuo dura più di un matrimonio, è destinato a passare attraverso 1 o 2 crisi durante la sua durata.

E dai tempi della repubblica Veneta che non si ricorda un periodo di crescita continuo che duri più di 20 anni, ed anzi è certo che ad ogni periodo di crescita segua sempre una crisi di qualche tipo, economica o sociale, o del petrolio, una guerra …..

Insomma la decisione di fare un mutuo a tasso variabile è quasi sempre sbagliata, perché le condizioni di “sviluppo” e crescita sono sempre temporanee, non superano mai i 10-20 anni.

E’ una assurdità storica sottoscrivere un mutuo della durata di 30 anni, o perfino 40 come succedeva fino a poco tempo fa, specie se a tasso variabile: è come firmare la propria disgrazia economica in là nel tempo: nel lungo termine, prima o dopo arriva una crisi e sei fregato.

Chi fa un mutuo del genere e non ha capitali , allora non ha coscienza storica, non pensa correttamente al futuro.

Ragionare in questi termini “considerare e indagare con la ragione”, non solo nell’ambito economico, è l originario significato del verbo “speculare” ossia,

è un atteggiamento “speculativo” .

Occorre riportare la parola “speculazione” al suo originario valore di “ragionamento”.

Allora perché mai i mercati dovrebbero dare all’Italia i soldi con gli stessi criteri che li da alla Germania?

L’Italia offre le stesse caratteristiche sociali, culturali, istituzionali della Germania?

Come mai in Italia ci sono i notai che in Germania non esistono?

Come mai in Italia ci sono i bolli che in Germania non esistono (ne esiste solo uno di 12 euro per l’acquisto della casa) ?

Come mai in Italia ci sono 2,5 milioni di Invalidi su 60 milioni di cittadini e in Germania ci sono 1,5 milioni di invalidi su 90 milioni di abitanti ?

Come mai in Italia ci sono circa 60.000 guardie forestali (22.000 in Sicilia) e in Germania sicuramente meno delle 5000 del Canada ?

Vogliamo continuare ? La lista delle “rogne” italiane è lunga, e l’ho già data.

La più grande delle “rogne” d’Italia è la sua casta politico-mafiosa, che sarebbe meglio chiamare “la crosta”.

La Crosta e’ un organismo alieno dalla popolazione, un gruppo ampio di persone parassitario, delinquenziale, criminogeno.

La Crosta è la testa marcia di un pesce di scarsa qualità, perché anche gli “italiani” non sono un granchè nella media.

Diciamocelo senza arrabbiarci e con onestà: gli italiani sono un insieme di popoli diversi che uniti a forza dalle potenze europee sono costretti a convivere.

Se si preferisce la mia espressione per il 2012 “L’Italia è un prodotto bancario fallito”.

Pazienza per la storia, ma l’evidenza è che questi popoli italici diversi, invece di migliorare fra di loro copiando gli uni dagli altri le cose virtuose , si fottono e “chiagnono” e tendono a “unificare” i peggiori comportamenti , cosicché la “mafia” è arrivata anche in Veneto, una volta patria mondiale della legalità e delle libertà civili.

E lo stesso fa la casta politica, chiagnono e fottono per il popolo e si fregano fra loro.

Questo comportamento degli “italiani” è millenario, Montanelli lo ripeteva continuamente.

La Crosta è il prodotto finale dell’Unità d’Italia, di popoli tenuti assieme dalle banche, mentre l’altro prodotto unitario è stato il fascismo, che ha portato alla miseria ugualmente.

Se io fossi un investitore, non darei i miei soldi ad un paese così, con un presidente più vicino ai 100 anni che ai 50, con una popolazione senza giovani che crescano, con la crosta e tutte le rogne che abbiamo detto.

E’ la Crosta stessa che accusa la “speculazione” contro l’Italia, e non fa altro che il vecchio gioco delle dittature che accusano il “nemico esterno” delle proprie colpe.

Investire in un paese così è rischioso. Da investitore posso ancora prestare del denaro alla Crosta che governa il paese, ma voglio un interesse più alto che dalla Germania. La Germania non è a rischio, infatti non paga interessi, garantisce il denaro come o meglio dell’oro.

Lo “Spread” non è altro che il termometro di quanto la nostra immagine all’estero sia negativa.

Se stimo meno di 6 mesi di vita prima di un tracollo, voglio interessi ancora più alti e pagati a piccole rate mensili.

Lo Spread aumenta quando per i 6 mesi futuri gli investitori ipotizzano problemi maggiori, e rischi vari.

Lo spread poi è solo una parte dell'”Interesse” sui BTP, CCT ecc.

Il tasso di interesse globale sui titoli di stato è la febbre delle nostre malattie sociali e istituzionali.

Lo Spread misura solo la distanza dalla Germania, non quella dal mondo.

Monti non ha migliorato la situazione, ha solo avuto un momento in cui lo Spread si è abbassato, ma non perché le nostre prospettive globali erano migliorate, il tasso di interesse era lo stesso, erano solo peggiorate le prospettive tedesche, e lo spread si era ridotto!

Monti è solo al servizio fedele dei politici e dei banchieri, uniti in una prospettiva di peggioramento dell’Italia, che ovviamente non dichiarano per non permettere a noi di salvarci il culo.

Tornerò a spiegare l’agire degli “speculatori”, ma intanto guardiamola bene la speculazione: esso è il riflesso del nostro agire.

Io vi dico queste cose favorendo il loro investimento sul peggioramento, ma allo stesso tempo, ho indicato come uscirne subito : lo Stato prenda in prestito i soldi dalla BCE tramite una banca dello Stato (art.123 comma 2 del trattato di Lisbona).

Perché Monti non lo fa ? Perché è al servizio della Crosta e delle Banche, e del progetto mondialista che vuole distruggere le nazioni per tornare ai “feudi”, però in mano ai banchieri anziché agli antichi “principi” e “re”.

La Crosta ora sta vendendo i beni dello Stato, con la co-partecipazione o co-spirazione delle Banche e dei governi.

Agli “altri” interessa solo non condividere con gli “italiani” un destino schifoso, una servitù alla “crosta”, un mal di vivere generalizzato che fa emigrare perfino gli immigrati.

Se vogliamo uscire da questa situazione la soluzione c’è , l’ho proposta, ma occorre che la gente si faccia avanti a me per il governo popolare degli Stati.

Possiamo liberarci della crosta legalmente, pacificamente, e definitivamente, con una ricetta diversa dall’ Islanda che non prevede il coinvolgimento delle grandi masse, perché l’Italia è disunita negli interessi territoriali.

Se nemmeno noi sappiamo fare i nostri interessi , perché ci si aspetta che lo facciano gli altri e se non lo fanno li chiamiamo “speculatori” ?

Condividi:

Dialogo con una lettrice sull’Italia.

Condividi:

Mi scrive una gentile signora dalle Marchegrafico delle regioni virtuose e dei territori spreconi a gennaio 2014

“Sei un trascinatore.. cio’ di cui molti italiani hanno bisogno. Credere. ” e poi “la domanda e’ ti occupi solo del Veneto?”

Le rispondo

“ti ringrazio dell’interessamento, ma la mia risposta potrebbe deluderti.
Penso che sia impossibile sanare l’Italia, perché è nata da truffe, è gestita da cosche, cricche e caste, e non credo che si possa sistemare.

Infatti:
– molti magistrati fanno politica, molti sono mafiosi, moltissimi sono incompetenti
– la politica è una guerra di bande che si contendono il potere per sfruttarlo, non come servizio
– anche i 5 stelle dimostrano che non ci si improvvisa “governatori”
– le cosche e le mafie controllano Continua a leggere

Condividi: