4 Comments

  1. Franco Zavaglia
    22 Settembre 2010 @ 17:09

    A lavare la testa all’asino si perde solo tempo!!!
    Quando imparerà o meglio studierà, che le DUE SICILIE, hanno un territorio che va da Civitella Del Tronto (Abruzzo) a Pantelleria (Sicilia); forse potremmo anche intavolare un discorso serio e costruttivo.
    Per il momento, può continuare tranquillamente a fare discorsi di fantapolitica becera dell’italietta, tipici del fottisterio padano!

    Saluti,
    Franco Zavaglia

    • lors
      23 Settembre 2010 @ 02:30

      Come il Friuli e il Veneto non vengono penalizzate allo stesso modo, nemmeno Puglia , Basilicata e altre non hanno grossi vantaggi. Invece Campania e Sicilia riceveno per abitante 10 volte i soldi che per abitante ricevono Veneto, Emilia e Lombardia, 340 Euro circa contro 34 !

      Oltretutto, mi risulta che dei soldi dati alla regione sicilia ai singoli siciliani non arrivi molto, i servizi fanno schifo e devono “scendere al nord” per curarsi. Eppure i soldi vengono mandati, troppi perfino.

      Tagliare i soldi alle regione sicilia non farebbe che bene ai siciliani stessi, li costringerebbe a cacciare i ladroni a calci in culo, mentre ora sopravvivono e rubano. O dobbiamo mandare l’esercito sabaudo a fare la rivoluzione ? Si dice (falsamente) che si è fatta l’unità per salvare il sud oppresso. Fate vedere che non è vero chiedendo che NON CI SIANO PRIVILEGI PER NESSUNO.

      Se hai qualcosa da dire che non siano solo insulti, come vedi lo spazio è aperto.

  2. Aribandus
    19 Settembre 2010 @ 12:37

    Al dilà dell’abuso di certi termini come “razzismo”, mi sembra un’ottima idea. Sarebbe molto funzionale.

    Il problema diventa però stabilire quella cifra uguale per tutti, che essendo tutti in una condizione diversa, accontenterrebbe quasi nessuno e sarebbe nel 99% dei casi discriminatoria.
    Ma se si dovesse a tutti i costi sceglierla? Sarebbe opportuno non demoralizzare i virtuosi, quindi la cifra sarebbe la più alta possibile, e non costringerebbe gli spreconi e i ladri a fare bene.

    Quindi no, è meglio il federalismo. Fiscale.

    • loris palmerini
      23 Settembre 2010 @ 02:27

      Se si dessero a tutte le regioni gli stessi soldi per abitante che vengono dati oggi alle regioni spendaccione, moltiplicherebbe per 10 la spesa pubblica, e semplicemente manderebbe in bancarotta l’italia in 1 mese. Quindi non dici nulla di sensato.

      Occorre invece fare la media di spesa attuale e dare quella a tutti.
      Risultato ? Molti più soldi alle regioni virtuose (emilia-Romagna, Veneto, Lombardia), che vuol dire UGUAGLIANZA, e tagliare a i fondi a quelle sprecone, che vuol dire MENO SPRECHI E TRUFFE.