1 Comment

  1. Francesco
    3 Settembre 2009 @ 21:16

    son capitato qua per caso…rispondo con 2 anni di ritardo ma non ho resistito 😀

    mi sembra davvero un po ingenua come analisi.
    le compagnie telefoniche sono certamente ladre..ma piuttosto che per le tariffe a me fanno arrabbiare molto di più per i trucchi contrattuali o per le promozioni ambigue, usate per fregar soldi.
    le tariffe di per se..alte o basse, sta a te se ne, vuoi usufruire.

    tornando alla tua analisi…
    quel che è totalmente assente nella tua analisi, è un discorso di tipo commerciale/economico..
    il fatto è che una compagnia telefonica ha un bilancio..
    ha dei costi di licenze, copertura del territorio, mantenimento della rete, ecc ecc il suo mestiere consiste nel coprire queste spese e riuscire a fare dei ricavi positivi (non lavorano per beneficenza).
    è del tutto irrilevante che per loro un sms è come l’invio di qualche byte.
    le tariffe dei singoli prodotti/servizi, come in ogni azienda, sono scelte a tavolino facendo un analisi complessiva di tutti i servizi offerti, del bilancio, del guadagno previsto,ecc.

    devono far quadrare i conti, se non prendono i soldi dagli sms, dovrebbero necessariamente alzare i costi delle altre voci (traffico dati incluso).
    i 2 eurocent che dici, si basa sul costo del traffico dati..ma tale costo non è certo un valore oggettivo sceso dal cielo…è deciso a tavolino su considerazioni di tipo commerciale ( che spese ho? che entrate ho? quanto voglio guadagnare?)
    quindi deciso a tavolino, considerando fra le mille cose, anche che fanno pagare gli sms quel che li fanno pagare.
    se tu gli abbassi le entrate (levando i guadagni da sms) cambiano necessariamente i costi che una compagnia puo permettersi di fare su altri servizi.
    non ha senso confrontare tra di loro i prodotti.
    per assurdo un azienda per ragioni commerciali, puo anche decidere di perderci su un prodotto e di guadagnarci su un altro, è il bilancio totale che importa a loro.